Eutanasia, in Canada è una questione di soldi

di Stefano Grossi Gondi, 6 febbario 2017

Nello scorso giugno in Canada è stata legalizzata l’eutanasia sulla scia di una campagna di promozione dei diritti umani. Ma dal mondo sanitario – fa notare Mercatornet –  emerge un altro punto di vista: l’eutanasia può essere un grande risparmio per le casse dello Stato. Alcuni ricercatori dell’Università di Calgary hanno calcolato che se l’eutanasia si diffondesse ai livelli di Belgio Olanda, il sistema sanitario nazionale risparmierebbe fino a 139 milioni di dollari canadesi ogni anno, avendo da curare 8.000 pazienti in meno ogni anno (nei primi sei mesi di eutanasia legale ci sono stati circa 800 casi di iniezioni letali).

Sì, perché i costi di assistenza medica sono più alti per i malati terminali. È stato calcolato che le spese relative agli ultimi sei mesi di vita superano il 20% delle spese sanitarie globali, mentre sono destinati all’1% della popolazione. Un ricercatore di Ottawa ha fatto notare che tali costi sono così elevati perché in Canada non c’è un adeguato sistema di cure palliative. E così cresce la pressione sui malati, sempre più spinti verso soluzioni sbrigative che facciano risparmiare tempo e soldi al proprio Stato e alle proprie famiglie.

Se ti è piaciuto l'articolo condividilo su Facebook  e  Twitter, sostieni Documentazione.info  

Tags: