La schiavitù oggi nel mondo

di Tommaso Cardinale, 12 luglio 2017

Quanti schiavi ci sono oggi nel mondo?

Nel 2016 sono stati stimati 45,8 milioni di schiavi tra uomini donne e bambini. Siamo abituati a pensare alla schiavitù come qualcosa che riguarda gli antichi romani o i campi di cotone dell'800 ma la schiavitù oggi nel mondo è quanto mai presente. Questo è quanto emerge dal The Global Slavery Index Report 2016: la schiavitù è un problema del mondo d'oggi. Il 58% degli schiavi è concetrato in 5 paesi: India, Cina, Pakistan, Bangladesh e Uzbekistan. I paesi con il più alto tasso di schiavi rispetto al numero totale di abitanti sono: la Corea del Nord, l’Uzbekistan, la Cambogia, l’India e il Qatar. In Asia c’è il maggior numero assoluto di schiavi: circa 30,435,300 milioni, corrispondenti al 66,4% del totale. In Europa troviamo il minor numero di schiavi, circa 1,243,400 milioni, corrispondenti al 2,7% del totale.

I paesi che combattono la schiavitù oggi nel mondo

Nell’Indice viene riportata la classifica degli stati più virtuosi rispetto al problema della schiavitù. Questi sono i paesi che hanno intrapreso più azioni contro la schiavitù oggi nel mondo: Olanda, Stati Uniti d’America, Regno Unito, Svezia, Australia, Portogallo, Croazia, Spagna, Belgio e Norvegia.

I paesi che non combattono la schiavitù oggi nel mondo

I paesi nei quali la schiavitù oggi è meno combattuta sono: Corea del Nord, Iran, Eritrea, Guinea Equatoriale, Hong Kong, Repubblica Centroafricana, Papua Nuova Guinea, Repubblica Democratica del Congo e Sud Sudan.

La schiavitù moderna nella Corea del Nord

Quasi un cittadino ogni venti vive in schiavitù nella Corea del Nord. Sebbene le informazioni riguardanti questo paese siano difficili da verificare, i ricercatori che hanno redatto l’Indice affermano che molte prove dimostrano questi dati. Nella Corea del Nord molti cittadini sono sistematicamente obbligati dallo stato ai lavori forzati all’interno del paese. Rispetto ad altre parti del mondo, oggi la schiavitù in Corea del Nord è una piaga che colpisce indistintamente tutte le parti sociali.

La definizione di schiavitù

Nei secoli sono state date molte definizioni di schiavitù. La definizione di schiavitù oggi nel mondo adottata nel The Global Slavery Index Report 2016 è la seguente: la schiavitù moderna si riferisce alle situazioni di sfruttamento dalle quali una persona non può svincolarsi e che non può rifiutare a causa di minacce, violenza, coercizione, abuso di potere o inganno, e nelle quali riceve trattamenti simili a quelli degli animali in una fattoria.

Se ti è piaciuto l'articolo condividilo su Facebook  e  Twitter, sostieni Documentazione.info
Tags: 

Potrebbe interessarti anche: