La fede cura la depressione?

18 luglio 2013

In un recente articolo del New York Times sono stati riportati i risultati di una ricerca del McLean Hospital nel Massachussets che ha riscontrato una migliore risposta a terapie psichiatriche in chi crede in Dio rispetto a chi non ha una fede religiosa.

Sono stati studiati 159 casi tra uomini e donne affetti per il 60% da depressione e per il resto da disturbi bipolari, ansia e altri problemi. I risutlati pubblicati sul The Journal of Affective Disorders mostrano che coloro che hanno dichiarato di dare molta importanza alla fede hanno risposto in modo migliore alle terapie.

E’ interessante ciò che ha dichiarato il prof. David Rosmarin, uno degli psichiarti dell'ospedale, che ha riscontrato nei pazienti con fede in Dio la netta propensione ad avere fiducia nelle cure: “questi pazienti sono più propensi a credere che il trattamento li potrà aiutare perché lo percepiscono come qualcosa di credibile e reale”. Al contrario ad esempio dei 30 pazienti che ahnno dichiarato di non avere alcune fede religiosa: di questi solo 2 hanno dimostrato fiducia nella possibilità di guarire.

Difficile trarre conclusioni su una correlazione incontrovertibile tra fede e efficacia dei trattamenti, senz’altro i ricercatori hanno riscontrato che l’apertura a un orizzonte più ampio - alla dimensione spirituale - dà alle persone affette da disturbi della psiche uno slancio superiore che fa rispondere meglio alle terapie.

Tags: