Il numero delle persone che usano droga in tutto il mondo

di Tommaso Cardinale, 6 luglio 2018
Recentemente abbiamo parlato della differenza tra cannabis e cannabis light nell'ordinamento italiano. Ma quante persone usano la droga (tuttti i tipi di droga) nel mondo? 

Secondo il World Drug Report 2017 dell’UNODC (qui la sintesi) nel 2015 il numero di persone nel mondo che hanno fatto uso di droghe è di 250 milioni di persone di queste 29,5 milioni soffrono di disturbi provocati dal loro consumo.


Nel 2015 più di 200 milioni di persone in tutto il mondo sono morte a causa dell'epatite C dovuta all'iniezione di droghe, e più di 50 milioni a causa dell'HIV procurato nella stessa modalità. Secondo il report, il numero indicativo di persone che in tutto il mondo usano la droga iniettandosela è 12 milioni: di questi, 6 milioni vivono con l'epatite C, un milione e mezzo con l'HIV e più di un milione con entrambe le malattie.

Le zone del mondo con maggiore incidenza di persone mortea causa della droga sono Asia e America del Nord. Le zone del mondo più prolifiche per quanto riguarda produzione ed esportazione di droghe derivate dall'oppio sono l'Asia Centrale, con un asse che arriva fino in India, e l'America Centrale, in particolare il Messico.

Per quanto riguarda il traffico di cocaina, la maggior parte di questa proviene dall'America Latina ed è diretta in Europa e in America del Nord. Per la cannabis, il canale di esportazione più prolifico è quello che collega il Marocco all'Europa, seguito da Afghanistan e Libano.

Il rapporto tra droga e terrorismo

Oltre a sottolineare come il 70% del denaro proveniente dal traffico di droga internazionale venga "lavato" attraverso affari legali, nel report si evidenzia il rapporto tra movimenti sovversivi o terrostistici con il traffico internazionale di droga (i talebani in Afghanistan e le FARC in Colombia). Secondo il report nel 2016 la metà delle entrate dei talebani sarebbe stata ottenuta proprio grazie al commercio internazionale di oppio. Alcune guerre e micro-guerre in tutto il mondo sono dovute al conflitto dei governi con i cartelli della droga.

 
Se ti è piaciuto l'articolo condividilo su Facebook e Twitter, sostieni Documentazione.info