Spese militari in aumento in tutto il mondo

di Raffaele Buscemi, 29 settembre 2020

Secondo le nuove cifre pubblicate dallo Stockholm International Peace Research Institute, nel 2019 le spese militari mondiali hanno sfiorato quota 2.000 miliardi $ (1.917 per l’esattezza). Si tratta del livello di spesa più alto degli ultimi 30 anni. Dal 2011 al 2014 le spese militari mondiali erano diminuite a causa della crisi finanziaria ed economica globale, ma dal 2015 queste hanno ricominciato una costante risalita. Rispetto al 2010 l’aumento è stato del 7,2%.

Il SIPRI, che monitora gli sviluppi delle spese militari mondiali e ne mantiene la banca dati pubblica più completa, parla di una crescita in termini reali del 3,6% rispetto al 2018, il maggiore incremento annuale dal 2010, dunque un’accelerazione. Si tratta del 2,2% del PIL globale, circa 249$ a persona. In ogni caso, questi dati si riferiscono a tutte le spese governative per le attività militari, inclusi stipendi, pensioni, spese operative e amministrative, costi di infrastrutture, ricerca e sviluppo, comando e supporto, e non solo al reperimento di sistemi d’arma.

Quanto spendono in armi le più grandi nazioni del mondo

La spesa dei cinque principali Paesi di questa classifica (nell’ordine: Usa, Cina, India, Russia, Arabia Saudita) ha rappresentato il 62% del totale. La spesa dei primi 15 (si aggiungono Francia, Germania, Gran Bretagna, Giappone, Corea del Sud, Brasile, Italia, Australia, Canada, Israele) compone l’81% del totale. Stati Uniti e Cina, rispettivamente con il 38% e il 14%, insieme superano la metà delle spese mondiali totali. Il budget militare americano quasi pareggia quello totale dei dieci maggiori spenders mondiali successivi agli Usa. Sei dei primi 15 Paesi della classifica appartengono alla Nato e le loro spese militari (929 miliardi $) coprono il 48% delle spese militari globali. Le spese militari totali della Nato ammontano invece a 1.035 miliardi $.


La spesa per armamenti in Africa

Per la prima volta negli ultimi 5 anni, le spese militari africane sono cresciute (+1,5%) contribuendo per il 2,1% alle spese militari del pianeta (41.2 miliardi $). Nonostante la decrescita fra il 2015 e il 2018, nell’ultimo decennio l’incremento è stato del 17%. Oltre la metà della spesa di quest’anno è stata effettuata in Africa del Nord, con spese cresciute del 4,6% (+67% dal 2010) anche a causa del conflitto libico e della tensione fra Marocco e Algeria, il Paese con le maggiori spese militari del Continente e col più pesante rapporto spese militari/PIL (6%). 

Quanto spende l'Italia in armamenti

L’Italia figura dodicesima nel ranking mondiale dei maggiori spenders, con una spesa di 26,8 miliardi $ nel 2019 (+0.8% rispetto al 2018). Si tratta dell’1,4% del suo PIL e dell’1,4% delle spese mondiali. Rispetto al 2010 si calcola tuttavia un decremento dell’11%.

Se ti è piaciuto l'articolo condividilo su Facebook e Twitter, sostieni Documentazione.info. Conosci il nostro servizio di Whatsapp e Telegram?