Quanti italiani hanno un’arma da fuoco in casa

di Francesco D'Ugo, 4 giugno 2019

Nonostante la sicurezza non sia un problema, sono molti gli italiani che sentono il bisogno di avere un’arma in casa. Lo confermano dati recenti.

Inoltre anche se i rischi connessi all’aumento del numero di armi sono alti, non tutti sembrano esserne consapevoli e sono dunque sempre di più a richiedere il porto d’armi.

Quanti italiani hanno un’arma da fuoco in casa

Nel 2018 erano 1 milione e 300mila gli italiani a detenere legalmente un'arma da fuoco. La maggior parte dei quali (circa 600mila) l’ha ottenuta grazie alla licenza sportiva (in crescita del 27% negli ultimi 3 anni).  A questi, poi, va aggiunto (lo riporta La Stampa) il numero di quelli che non hanno più rinnovato la licenza e che sfuggono così al monitoraggio. Questo fa salire il numero dei detentori ad almeno 4 milioni di persone.

Dunque, se gli appartenenti alle forze armate in Italia sono 200 mila, si può dire che per ogni militare ci sono 20 civili in possesso di un’arma da fuoco.

Le licenze sportive

Abbiamo detto che la licenza più comune per possedere un’arma da fuoco è quella sportiva. Ma se da una parte i detentori di armi da fuoco per uso sportivo sono 600mila, dall’altra gli iscritti alle federazioni nazionali e ai poligoni di tiro privati sono circa di 140mila (di cui 40mila iscritti ai poligoni privati). Dunque di più di mezzo milione di detentori i veri “sportivi” sono solo poco più di un sesto. Tutti gli altri (460 mila), invece tengono comunque un'arma in casa pur non praticando nessuna attività sportiva.

Il fatto interessante è che le altre tipologie di porto d'armi sono in calo, forse perché più difficili da ottenere, compresa quella per difesa personale la quale necessita di una valida motivazione che deve essere riconosciuta in Prefettura.

Italiani armi e sicurezza

I dati Istat parlano di una condizione generale di sicurezza in Italia, ma la presenza di armi da fuoco, invece che migliorare uleriormente questa situazione la mettono seriamente a rischio. Ne parlavamo qualche tempo fa e lo confermano anche alcuni dati dell’Osservatorio Permanente sulle Armi Leggere  che riportano come nel 2018 ci siano stati 52 omicidi commessi con un'arma legalmente detenuta, praticamente uno a settimana. Di questi uno solo è avvenuto per legittima difesa.

Se ti è piaciuto l'articolo condividilo su Facebook e Twitter, sostieni Documentazione.info. Conosci il nostro servizio di Whatsapp e Telegram?