Cina, Africa, India, la libertà religiosa ancora sotto scacco

20 ottobre 2012
Lo scorso 16 ottobre è stato presentato l'XI Rapporto sulla libertà religiosa nel mondo a cura della Fondazione Aiuto alla Chiesa che soffre. Ecco i principali contenuti:
 
- Si è ulteriormente abbassato il livello di tutela della libertà religiosa in Cina, specialmente per quanto riguarda i cattolci
 
- Dopo la Primavera Araba, l’affermarsi di gruppi islamisti (come i Fratelli musulmani o i salafiti) ha acceso le paure cristiane relative al passaggio da una dittatura politica ad una religiosa. La situazione è a rischio
 
- Si assiste a un forte aumento della pressione dell’estremismo islamico in alcune nazioni africane (Kenya, Mali, Nigeria, Chad) che rischia di destabilizzare importanti aree del continente.
 
- In India è lunghissima la lista delle violenze anticristiane commesse dai nazionalisti indù: 170 attacchi di grave o media entità nel solo 2011 
 
Per una sintesi del rapporto cliccare qui.
Per una mappatura delle situazioni dei rifugiati e delle persecuzioni religiose nel mondo cliccare qui.