Le condizioni di vita dell'umanità continuano a migliorare

di Redazione, 29 gennaio 2019
Verso quale direzione sta andando il genere umano? Come sta cambiando la qualità di vita media degli uomini e delle donne di tutto il mondo? Secondo i dati raccolti da Dylan Matthews le cose per l'umanità non fanno altro che migliorare progressivamente, in special modo negli ultimi decenni. Le condizioni economiche, la qualità del lavoro e le condizioni sanitarie sono in generale aumentati, anche di molto, nell'ultimo secolo.
 
Diminuzione di fame e di povertà
 
La percentuale di popolazione mondiale che vive al di sotto della soglia di povertà estrema, ovvero con meno di 1,90 dollari al giorno, è in netta diminuzione dagli anni '80 a oggi per quanto riguarda l'Africa subsahariana, l'Asia del Sud e dell'Est e i paesi che si trovano nell'Oceano Pacifico. Nelle altre zone del mondo la diminuzione è stata meno accentuata ma le condizioni di vita dell'umanità continuano a migliorare costantemente.

Tra il 2000 e il 2017 in Cina, Brasile, Perù, Ucraina, Turchia, Senegal e Panama i livelli di malnutrizione si sono più che dimezzati. Come si vede dalla mappa curata dall'Istituto Internazionale di Ricerca sulle politiche alimentari, in gran parte del mondo negli ultimi anni i livelli di malnutrizione sono scesi.
 
Tempo di lavoro e lavoro minorile
 
Dal 2000 al 2016 il numero globale del lavoro minorile è sceso quasi del 40%. La percentuale di minori che svolgono lavori pericolosi si è abbassata ulteriormente, e le condizioni di vita dei minori continuano a migliorare.
 
Considerando l'aspetto quantitativo del lavoro, in un secolo le ore di lavoro settimanali sono diminuite di molto: all'inizio del '900 in Italia il lavoro settimanale medio ammontava a circa 65 ore, mentre nell'anno 2000 la media è inferiore alle 40 ore settimanali.
 
 
Aspettativa di vita e mortalità infantile
 
Solo due secoli fa l'aspettativa di vita media nel mondo era inferiore ai 30 anni: in Europa la media era intorno ai 35, mentre in Africa non raggiungeva i 30. Nel 2015 l'aspettativa di vita media del mondo ha superato i 70 anni, ovvero più del doppio di duecento anni fa. Oggi in Africa l'aspettativa media di vita è di circa 60 anni, mentre in Europa di circa 80.
 
 
Dal 1990 al 2017 il tasso di mortalità infantile globale si è dimezzato. Nel 2017 il tasso di mortalità neonatale è stato inferiore a 10 ogni 1000, mentre nel 1990 era superiore ai 30 ogni 1000.
 
Clicca qui per vedere gli altri grafici che dimostrano come le condizioni di vita dell'umanità continuano a migliorare nel tempo.
 

Se ti è piaciuto l'articolo condividilo su Facebook e Twitter, sostieni Documentazione.info. Conosci il nostro servizio di Whatsapp e Telegram?