Aspettativa di vita: differenze tra uomini e donne

di Priscilla Muro, 14 marzo 2018

Cresce l’aspettativa di vita sia per gli uomini che per le donne, ma il tempo in più lo passeremo a lavorare. Questo è quanto emerge dai dati elaborati da Eurostat Istat che hanno diviso la vita di ogni essere umano in 6 tappe: l’inizio della scuola, il primo lavoro, l’uscita dalla casa dei genitori, la nascita del primo figlio, il matrimonio ed infine la pensione. 

Lindagine si è limitata ai Paesi dell’Ue, in cui, non è certo una novità, tutto sembra essersi spostato "un po’ più in là" sulla linea temporale: ci si sposa più tardi, si fanno figli più tardi (e se ne fanno di meno), si va in pensione più tardi.

Alla base di tutto c’è la statistica più importante, quella sull’aspettativa di vita, che negli ultimi secoli ha continuato ad innalzarsi. Ciò ha prodotto l’aumento dell’età pensionabile e, di conseguenza, degli anni che tutti noi dovremo dedicare al lavoro.

Lavoro e aspettativa di vita 

Proprio riguardo alle aspettative di vita troviamo le maggiori differenze tra uomini e donne che si confermano più longeve. Ciò vale soprattutto per paesi come la Lituania e la Lettonia, dove le donne in media vivono tra i 10 e gli 11 anni in più degli uomini. 

Nella maggior parte dei paesi Ue, compresa l'Italia, le donne lasciano la casa due anni prima degli uomini (25 anni le donne, 27 degli uomini). 

Statistica che però s’inverte quando parliamo di lavoro: mentre gli uomini iniziano a lavorare mediamente a 25 anni, la donna inizia il suo primo impiego a 28. 

Matrimonio e famiglia

In generale, le donne si sposano prima in tutta Europa, soprattutto in Bulgaria e Romania, che sono anche i Paesi in cui nel 2015 le donne decidono di mettere su casa.

Le donne si sposano anche prima in quasi tutti gli Stati membri, con uno scarto di più di 3 anni al primo matrimonio in Bulgaria, Grecia e Romania, mentre risulta inferiore ai 2 anni in Irlanda, Lituania, Portogallo e Regno Unito. Nel 2015 nell'Ue le donne hanno partorito il primo figlio in media all'età di 29 anni, passando da circa 26 anni in Bulgaria, Lettonia e Romania a quasi 31 anni in Spagna ed in Italia.

Se ti è piaciuto l'articolo condividilo su Facebook Twitter, sostieni Documentazione.info  

Per facilitare la comprensione dei dati, inseriamo anche la mappa interattiva elaborata da Eurostat: scorrendo il menù a tendina è possibile vedere, oltre alla situazione italiana, anche quella dei singoli paesi europei.

 

Tags: