Albero, Presepe, Babbo Natale: cosa significano?

24 dicembre 2013

Arriva il Natale: l’Albero, il Presepe e Babbo Natale riempiono le nostre case e le vie delle città. Simboli di una tradizione religiosa ricca di significati per celebrare uno degli avvenimenti più importanti della storia. Ecco una breve descrizione della loro origine.

Anche se a volte si rischia di dimenticare il significato di questi simboli non è detto che si sia perso irrimediabilmente il senso religioso del Natale. Ad esempio negli Stati Uniti un recente sondaggio del Pew Research ha rivelato che il 92% deglifesteggerà il Natale. Tra questi, il 51% lo ritiene una festa dal senso religioso mentre a considerarlo solo una ricorrenza culturale è il 31% (vedi grafico in basso).

La figura di Babbo Natale deriva dal vescovo San Nicola della città di Myra (in Italia noto come San Nicola di Bari), di cui si racconta che fosse solito fare elargizioni a favore dei poveri. L’immagine attuale di Babbo Natale deve molto a una poesia: Una visita di San Nicola che pare sia stata scritta da Clement Clarke Moore anche se l'attribuzione è controversa. Santa Claus (San Nicola) vi viene descritto come un signore un po' tarchiato con otto renne. Per approfondire la storia di Babbo Natale, vedi qui.

Anche l’Albero di Natale ha un’origine cristiana: fu San Bonifacio - vescovo e martire, iniziatore dell’evangelizzazione delle popolazioni pagane in Germania – che nel 724 ebbe l’idea di addobbare un abete appoggiando delle candele accese sui suoi rami. Le candele simboleggiavano la discesa dello Spirito Santo sulla terra con la venuta del “bambino Gesù”. San Bonifacio usò questa immagine per spiegare alle popolazioni pagane il senso del Natale. Per approfondire vedi qui.

Diversi storici concordano sul fatto che il 25 dicembre sia proprio il giorno della nascita di Gesù. Ne parlò  Vittorio Messori in un articolo di qualche tempo fa, riportando gli studi di un uno storico dell’Università di Gerusalemme, ma anche Tommaso Federici, professore emerito di teologia biblica che in un articolo sulla rivista 30 Giorni ha fatto il punto su indizi e scoperte che confermano la storicità della data del Natale. Il Presepe viene da san Francesco che nel 1223 decise di far celebrare la Messa del Natale all’eremo di Greccio posizionando un altare sopra una mangiatoia ai cui lati furono posti un bue e un asinello. Il santo aveva il desiderio di vedere “con gli occhi del corpo” la nascita di Gesù. Il presepe si diffuse quando Francesco nel 1228 fu canonizzato da papa Gregorio IX. Per approfondire vedi qui.

Tags: