Aborto, nel mondo una gravidanza su 40 viene interrotta

di Raffaele Buscemi, 6 giugno 2016

Ogni anno 56 milioni di gestazioni non vengono portate a termine. In Italia vi ricorrono 9 donne su mille, sotto la media europea di 21. A dirlo il Guttmacher Institute.

Nonostante la disponibilità di contraccettivi e le campagne di prevenzione, nei Paesi occidentali una gravidanza su quattro finisce in un aborto, dato che li accomuna a quelli in via di sviluppo. La stima è contenuta nel rapporto periodico della non profit Guttmacher Institute statunitense e dell'Oms, che dagli Anni Novanta monitorano l'andamento del fenomeno. 
Il tasso italiano è di 9 ogni mille donne tra 15 e 44 anni, molto più basso della media mondiale e anche di quella europea che è di 21.

56 milioni di aborti nel mondo
Nel mondo ogni anno si effettuano circa 56 milioni di interruzioni di gravidanza, che nel 75% dei casi sono richieste da donne sposate. Nei Paesi sviluppati la percentuale di aborti sul totale di gravidanze è in discesa, e ora è del 28%, mentre in quelli in via di sviluppo ha avuto un leggero aumento dal 21 al 24%.
 
La repressione non argina il problema
La repressione, ricordano gli autori dello studio, non serve ad arginare il problema, visto che dove la pratica è illegale i tassi sono più alti. Nei paesi dove sono proibiti il tasso è di 37 aborti ogni mille donne, mentre se sono permessi è di 34, pari alla media mondiale. Il prossimo passo del gruppo di lavoro sarà valutare quante interruzioni di gravidanza sono effettuate in modo clandestino, soprattutto nei Paesi dove la pratica è vietata.
 
 
Se ti è piaciuto l'articolo condividilo su Facebook  e  Twitter, sostieni Documentazione.info  
Tags: